Prova Specialized nuova Levo S-Works GEN3

Nuova Levo GEN3 o 2022 come molti la chiamano : un concentrato di tecnologia e innovazioni che la pongono ai vertici del mercato attuale . Probabilmente la E-MTB più desiderata dagli Italiani in questo momento di particolare euforia per il settore .

Dopo il first ride test (qui il link : https://www.pro-m.com/first-ride-specialized-levo-s-works-3gen-un-amore-tribolato/ ) non abbiamo assolutamente smesso di provare la nuova Levo proprio perchè la E-MTB in questione necessitava di tempo e chilometri per poter considerare tutte le possibilità di setting e varianti possibile . Abbiamo quindi nel tempo provveduto a testare la Levo in 4 setting diversi (dei 6 disponibili) e Vi assicuriamo che ognuno di essi ha caratteristiche diverse di comportamento della E-MTB che sono facilmente avvertibili . EccoVi l’ elenco dei setting da noi provati in ordine cronologico :

Carro in posizione High e calotta sterzo a 0 per un angolo sterzo di 64,5° (settggio di serie)

Carro in posizione High e calotta sterzo +1° per un angolo sterzo di 63,5°

Carro in posizione Low e calotta sterzo +1° per un angolo sterzo di 63°

Carro in posizione Low e calotta sterzo a 0 per un angolo sterzo di 64°

Passiamo alle valutazioni della E-MTB punto per punto come segue :

Estetica : molto bella e costruita molto bene . Se prima la Levo SL era probabilmente la più bella del mercato oggi con questa nuova Levo – considerando anche i maggiori ingombri del motore e della batteria – è molto difficile fare una scelta definitiva su quale sia la più bella . Comunque sia la nuova Levo è sicuramente bellissima e non passerà inosservata ai più .

Posizione di guida : come su tutte le Specialized, ci si sente subito a proprio agio sulla nuova Levo . Anche in questo caso il posizionamente dei comandi cambio che purtroppo sono accoppiati alle leve del freno Magura MT7 tramite un match maker non permette regolazione alcuna . Quindi per l’ ennesima volta abbiamo dovuto optare per l’ eliminazione del supporto match maker lato cambio e abbiamo messo un braccialetto separato per poter ovviare al problema del posizionamento del comando AXS .

Sospensioni : ammortizzatore Fox X2 Factory e forcella Fox Float 38 Factory con cartuccia Grip2 , con corsa di 150 mm al posteriore e 160 mm all’ anteriore . Due ottime unità ammortizzanti accoppiate al sistema FSR che in questa versione del telaio Levo sono molto sensibili alle scelte dall’ Utente in fatto di lunghezza carro e angoli . Soprattutto per quanto riguarda l’ ammortizzatore che , cambiando ovviamente la leva , risulta sicuramente molto più plush nel setting con carro Low poichè la curva di progressione cambia parecchio nella prima parte dell’ escursione .  Quindi avremo un ammortizzare / carro più controllato in posizione High per un uso più pedalato e molto più morbido nella posizione Low per un uso più discesistico .

Salita scorrevole : il motore Specialized 2.2 , costruito sempre da Brose per Specialized , è più o meno sempre lo stesso usato sulle versioni 2019 /2020 anche se molto migliorato in termini di affidabilità . Ho letto su qualche magazine di un motore silenziosissimo ma all’ atto pratico devo dire che – IMHO – la rumurosità , pur essendo minore che nei motori concorrenti , è pari al vecchio 2.1 : insomma dovete scordarVi la silenziosità dei vecchi motori 1.2 / 1.3 . I parametri d’ assistenza impostati di default sono molto alti e grazie anche allo Shuttle Mode permettono prestazioni ancora al vertice del mercato anche se abbiamo notato un sensibile aumento dei consumi con questo setting . Con lo Shuttle Mode impostato al 100% salirete comunque a velocità sconosciute ad altri come succedeva anche in passato anche se il divario si è molto affievolito .

Salita tecnica : sicuramente un motore e una sospensione posteriore che permettono di salire come poche altre anche se personalmente ritengo che l’ adozione della ruota da 27,5″ al posteriore non permetta una trazione pari alla vecchia Levo con le due ruote da 29″. Avete capito che per il mio modo di guidare le ruote mullet sono più uno svantaggio che un vantaggio dato che non trovo nemmeno un aumento così marcato nella maneggiovelezza della E-MTB …

Single-track : il peso importante (oltre 23 Kg con i pedali e la gomma anteriore Grid gravity con salsicciotti su ambedue le ruote) non la rende un riferimento assoluto in queste situazioni ma comunque si comporta sempre e comunque molto bene .

Discesa scorrevole e fluida (veloce) : nessun problema soprattutto con il carro in posizione Low : molto rigida e precisa e concede anche molta confidenza .

Discesa tecnica e stretta : il peso non da record e l’ interasse abbastanza lungo non conferiscono alla Levo il primato in queste condizioni anche se l’ ottimo lavoro delle sospensioni e il carro corto – se in posizione High solo 441 mm – permettono alla stessa di comportarsi molto bene . Purtroppo ancora troppo basso il movimento centrale , se in posizione Low , con conseguente facilità di urtare il para motore e/o le pedivelle in molte occasioni .

Frenata : IMHO i freni Magura MT7 con rotori da 203 mm della serie Storm hanno potenza frenante e ergonomia che non soddisfano per nulla le mie esigenze su un prodotto come la Levo . Inoltre personalmente trovo le leve troppo squadrate e quindi fastidiose da usare . Sinceramente esistono impianti frenanti meglio costruiti e soprattutto con più potenza frenante . Basta però sostituire i dischi freno con prodotti più performanti per avere una frenata perlomeno accettabile …

Rigidità : molto migliorata al confronto con la precedente Levo e quindi al vertice della categoria per quanto riguarda le E-MTB da noi provate con questa tipologia di carro .

Dotazione :  il montaggio è sicuramente il massimo che un Utente possa aspettarsi da una trail bike come questa con l’ unica eccezione dei freni come già detto sopra . Trovate la dotazione della nuova Levo al seguente link : https://www.specialized.com/it/it/s-works-turbo-levo/p/188259?color=317292-188259&searchText=95221-0802 . Gruppo Sram XX1 AXS a 12 velocita , ruote con mozzi Roval / DT Swiss ben scorrevoli e cerchi in carbonio Roval SL , sospensioni Fox di cui abbiamo già ampiamente parlato , reggisella telescopico Sram Reverbe AXS , manubrio in carbonio e manopole Deity molto confortevoli . Ottima anche la gomma posteriore Eliminator Grid Trail da 2.6″ .

Finiture : una S-Works è sempre una certezza e in questo caso i tecnici di Specialized hanno posto grandi attenzioni alla realizzazione di tutti i particolari sfruttando le richieste del mercato in questi anni . Ecco quindi apparire le giuste protezioni di carro e telaio, il nuovo sensore velocità posizionato in modo ancor più riparato, il nuovo cavo batteria / motore con spina Rosenberg che è stato reso più impermeabile (ora è dichiarato come IP68) e che prevede uno sportellino di chiusura e protezione .

Valutazione rapporto qualità/prezzo : il prezzo è uno dei più alti del mercato attuale ma come ben sapete non si può acquistare un Royal Oak (chi non sa di cosa stiamo parlando può sempre usare Google) pretendendo di pagarlo come uno Swatch se ci dovessimo paragonare al mercato degli orologi 🙂

Note finali : posso affermare che in fatto di possibilità di personalizzazione della E-MTB sia attualmente il vero benchmark del mercato poichè la Levo reagisce a ogni variazione del setting in maniera evidente ! Non ho avuto la voglia e il tempo per provare i due setting chiusi (65° e 65,5°) dato che per le mie caratteristiche e necessità d’ utilizzo già il setting iniziale con sterzo a 64,5° era poco comprensibile se non per un uso molto rilassato della Levo stessa . Per certo è uno dei prodotti di riferimento da considerare assolutamente anche in fatto di motore, estetica e finiture. Come ho già scritto nella prima prova non è il riferimento assoluto del mercato E-MTB – come hanno scritto in molti – perchè ritengo che non esista un prodotto in assoluto migliore di tutti gli altri per ogni uso e per tutto il pubblico del mondo dato che ognuno di noi ha sensibilità e caratteristiche di guida ben diverse da altri .

Per finire è ovvio che non tutto il pubblico potrà da subito comprendere le quasi infinite possibilità di regolazione del telaio, del carro e del motore ma fateVi consigliare dal Vostro Rivenditore e scegliete con Lui in base alle Vostre reali necessità e tipo di riding il setting migliore per Voi e inziate a godere della nuova Levo senza remore o problemi . Se poi ne avrete voglia e tempo , con il passare del tempo , potrete affinare sempre di più il Vostro setting sino a che avrete una E-MTB “su misura” per Voi . Ricordate che oggi questa è una caratteristica esclusiva della Levo su tutto il mercato E-MTB mondiale !!!

P.S. : qual’ è il nostro setting telaio e carro preferito ?

Probabilmente l’ ultimo provato : carro in posizione Low e calotta sterzo a 0 per un angolo sterzo di 64° . Ma mi piacerebbe molto avere una calotta + o –  0,5° perchè penso che con un angolo sterzo 63,5° e carro in posizione Low si potrebbe raggiungere la perfezione … Inoltre l’ ultima prova che mi piacerebbe proprio fare è quella di montare una ruota da 29″ al posteriore ma bisognerà verificare se ciò è realmente possibile 😉